Totale (Tasse incl.): 0,00 €
  • Nuovo
Aglianico del Vulture Cantine Notaio La Firma 2012 Cantine del Notaio Vini Rossi 24,50 €
  • Aglianico del Vulture Cantine Notaio La Firma 2012 Cantine del Notaio Vini Rossi 24,50 €
Aglianico del Vulture Cantine Notaio La Firma 2012
24,50 €
Esaurito
Aglianico del Vulture Cantine Notaio La Firma 2012

Rubino, con riflessi granato. Al naso è complesso e caratterizzato da profumi di piccoli frutti a bacca nera in confettura e carrube su un fondo speziato. Al gusto è potente e armonioso, caratterizzato da tannini vellutati e da un finale lungo e piacevolmente balsamico.

Annata 2012
Alc. 14,5%
Formato 75CL
Quantità
Non disponibile

Add to wishlist


 

Pagamenti sicuri e certificati

 

Spedizione rapida e sicura in 24/48 ore

 

Spedizione tracciabile in tempo reale

Aglianico del Vulture Cantine Notaio La Firma 2012

 

Denominazione Aglianico del Vulture DOC Vitigni Aglianico 100% Regione Basilicata (Italia) Gradazione 14.5%

 

Uve: 100% Aglianico del Vulture

Vendemmia: manuale in cassetta nella prima decade di novembre quando il frutto è nel pieno della maturità.

Vinificazione: macerazione di circa 20 giorni potendo estrarre di più avendo una perfetta maturazione dei tannini.

Maturazione: in grotte naturali di tufo vulcanico, in carati o tonneaux di rovere francese, per un periodo di almeno 12 mesi e altri 12 in bottiglia.

Alcool: 14,00% circa

Esame organolettico:

Colore: Rosso rubino con vivaci riflessi purpurei, luminoso e impenetrabile

Profumo: Al naso è complesso e caratterizzato da profumi di piccoli frutti a bacca nera in confettura, liquirizia, fieno greco e carrube su un fondo speziato.

Sapore: Al gusto è potente e armonioso, caratterizzato da tannini vellutati e da un finale lungo e piacevolmente balsamico.

Abbinamenti: Ottimo con la selvaggina, le carni rosse brasate e i formaggi stagionati.

Temperatura di Servizio: servire a temperatura ambiente, intorno a circa 18°C.

Formati: 37,5 cl - 75 cl – 150 cl – 300 cl

 

Caratteristiche dell'Aglianico del Vulture

In Basilicata ci sono due parole magiche: “Aglianico” e “Vulture”, che danno vita a queste vigne uniche e irripetibili nella loro produzione, che crescono alle pendici del vulcano Vulture. Il fattore di unicità risale a 133.000 anni fa, quando si ebbe una gigantesca esplosione vulcanica e le ceneri invasero tutto il territorio. Con il passare dei secoli queste ceneri si sono fuse con il territorio diventando una roccia spugnosa, chiamata anche roccia vulcanica (o tufo vulcanico). I contadini infatti dicono che i grandi vini sono grandi perché nel sottosuolo c’è il tufo che “allatta la pianta”. Tutto ciò insieme alle condizioni estreme, la mancanza d’acqua, le forti escursioni termiche e la montagna, contribuiscono alla crescita di questa incredibile vigna che prende il nome di Aglianico del Vulture. Di qui nasce questo straordinario vino, forte, importante, veramente caloroso; lo potremmo definire un “pugno di ferro in un guanto di velluto”.

L’Uva viene raccolta tra fine ottobre ed inizio novembre, dopodiché viene vinificato ed imbottigliato sostando in bottiglia per 9 mesi, diventando così “Aglianico del Vulture Doc”.

Dandogli tempi più lunghi di invecchiamento, sia in botte che in bottiglia, diventa “Aglianico del Vulture Superiore DOCG”. Un vino importante con una struttura che evolve nel tempo, grazie alla sua incredibile longevità.

Le sue caratteristiche dominanti all’olfatto sono quelle di: Frutti rossi maturi, con un’incantevole nota di viola. Al gusto è un vino caloroso, importante, ricco, con una nota leggermente amara, che lo contraddistingue, che ricorda i sentori della radice di liquirizia; ed è così che in un sorso si può assaporare l’intero territorio, che ancora conserva una natura incontaminata.

Le sue origini sono antichissime e risalgono alla Magna Grecia, persino il Poeta Omero ne ha dedicato dei versi.

 

8032621221801

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

Aglianico del Vulture Cantine Notaio La Firma 2012

Aglianico del Vulture Cantine Notaio La Firma 2012

Rubino, con riflessi granato. Al naso è complesso e caratterizzato da profumi di piccoli frutti a bacca nera in confettura e carrube su un fondo speziato. Al gusto è potente e armonioso, caratterizzato da tannini vellutati e da un finale lungo e piacevolmente balsamico.

Annata 2012
Alc. 14,5%
Formato 75CL

Scrivi la tua opinione